Il Comune non è tenuto a «dar seguito» alle istanze del privato che chiede la revisione del regolamento

libri diritto

dell’Avv. Paola Maria Zerman
(Fonte: Il sole24ore)

Non sempre le istanze rivolte dai cittadini alla Pa, nell’ambito delle proprie aspettative o nell’esercizio del diritto di critica, collaborazione o denuncia, hanno un effettivo fondamento e devono avere esplicita risposta. Con la possibilità, in caso di prolungato silenzio, di chiedere la condanna della Pa a pronunciarsi sulle stesse e, ove ne ricorrano i requisiti, al risarcimento del danno (con le conseguenti responsabilità amministrativo-contabili del dirigente e/o funzionario responsabili ai sensi dei commi 8 e 9 dell’articolo 2 della legge 241/1990).