Gian Piero Iaricci, Istituzioni di diritto pubblico

Iariccidi Salvatore Sfrecola

Giunge nelle librerie “Istituzioni di diritto pubblico” di Gian Piero Iaricci, Ricercatore confermato di diritto amministrativo dell’Università di Roma La Sapienza, docente nell’ambito del Corso di laurea in medicina di Latina. Dottore di ricerca in diritto pubblico dell’economia, avvocato, Gian Piero Iaricci, è autore di numerose pubblicazioni, articoli e note a sentenze, di una monografia sul Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica e di un Codice sul medesimo argomento,recentemente pubblicato in collaborazione con Licia Grassucci, Dirigente del Consiglio di Stato.

Oggi questo volume di istituzioni, destinato agli studenti per esplicita indicazione nella prefazione, in realtà costituisce un punto di riferimento importante negli studi di diritto costituzionale e amministrativo, per gli operatori del diritto in generale, per la compiutezza dell’esposizione, l’apporto scientifico e il puntuale rinvio alla dottrina ed alla giurisprudenza più rilevanti, accuratamente selezionati.

Il volume tratta numerosi temi di speciale interesse per il diritto pubblico, come quello delle professioni sanitarie, di notevole impatto per la rilevanza del settore nel contesto sociale e con riferimento alle dimensioni della spesa pubblica,nonché le problematiche della contrattualistica pubblica, da sempre oggetto di grande interesse professionale per funzionari, consulenti, avvocati e magistrati che si trovano quotidianamente e doversi confrontare con una realtà normativa complessa e con una giurisprudenza, anche comunitaria,di notevole rilevanza nel settore.

L’opera si segnala per la fluidità dell’esposizione,non scontata, per l’aggiornamento curato con grande attenzione in una materia che è soggetta a frequenti interventi normativi che affaticano gli operatori del diritto.

Il volume si apre con la parte propria del diritto pubblico e costituzionale, con una analisi approfondita dei principi fondamentali e ordinamentali che caratterizzano il nostro Stato: il corpo elettorale, i diritti fondamentali dei cittadini, i rapporti di diritto internazionale comunitario, il governo e gli organi ausiliari, la magistratura,la Corte costituzionale.

La parte relativa al diritto amministrativo è impostata con riferimento ai principi fondamentali dell’attività, quali il principio di legalità, del buon andamento, dell’imparzialità, della ragionevolezza, della pubblicità, della sussidiarietà, che costituiscono punti di riferimento essenziali e caratterizzanti del nostro ordinamento. L’organizzazione amministrativa ed i soggetti del diritto amministrativo, le amministrazioni indipendenti, gli enti territoriali sono analizzati approfonditamente con riferimento all’impatto che hanno sui cittadini e sulla finanza pubblica. In questa ottica è particolarmente curata l’esposizione degli atti e delle attività della pubblica amministrazione,con riferimento anche al ruolo degli organi di controllo e dei giudici amministrativi.

Come già accennato il volume dedica particolare attenzione all’attività contrattuale della pubblica amministrazione,agli obblighi edalle responsabilità che ne derivano in un settore delicato dal punto di vista procedimentale e di grande impatto sulla spesa pubblica, trattandosi di una attività che incide notevolmente sui bilanci dello <stato e degli enti territoriali e istituzionali. L’Amministrazione pubblica, infatti,rappresenta il più grande operatore economico del nostro Paese e l’acquisto di beni e servizi costituisce una parte importante del mercato interno, non solamente delle piccole e medie imprese.

Il libro riserva particolare risalto all’impiego pubblico e approfondisce le caratteristiche delle varie categorie di dipendenti, delle loro carriere e delle loro attività. Sono, pertanto, analizzati i diritti e i doveri e le responsabilitàderivanti dall’art. 28 della Costituzione e dalle leggi che vi hanno dato attuazione.

I beni demaniali sono anch’essi un aspetto importante dell’attività pubblica al quale il volume dedica specifica attenzione. Ugualmente i temi dell’ordinamento e delle attribuzioni delle magistrature, l’ordinaria, l’amministrativa e la contabile sono oggetto di pregevoli approfondimenti.

Questo volume, che l’Autore ha inteso destinare agli studenti, in realtà, come accennato iniziando, è molto di più di un manuale universitario. Sarà sicuramente utile per coloro che si preparano ad affrontare i sempre più difficili concorsi pubblici, nelle amministrazioni, negli enti e nelle magistrature, e sarà sul tavolo di lavoro dei pubblici funzionari che vi troveranno riferimenti giurisprudenziali e normativi aggiornati, capaci di consentire la soluzione dei tanti problemi pratici che gli operatori delle pubbliche amministrazioni ed i privati si trovano ad affrontare quotidianamente.

Nel settore del diritto amministrativo la stabilità normativa ed anche giurisprudenziale di un tempo ha lasciato da vari anni il posto ad una continua produzione normativa spesso disseminata in testi che trattano prevalentemente altra materia.

Il codice dei contratti, ad esempio, è stato ripetutamente emendato ed ancora altre modifiche sono all’orizzonte, non solo in adesione a nuove direttive europee ma anche a fini di semplificazione, di lotta alla corruzione e trasparenza, necessità messa in risalto più volte negli ultimi tempi dal Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, Raffaele Cantone.

Ugualmente la normativa che riguarda i servizi pubblici è stata oggetto di ripetuti interventi normativi disseminati in una miriade di provvedimenti legislativi, non solo nelle leggi di stabilità.

Anche per questo l’impegno di Iariccimerita particolare apprezzamento. Perché le ulteriori, prevedibili modifiche potranno inserirsi facilmente in un sistema espositivo solido che accoglierà agevolmente le novità.

Infine, tenendo conto della esigenza di preparazione degli studenti nel volume è indicato un sito web della casa editrice Maggioli attraverso il quale è possibile acquisire materiali utili per la preparazione dello studente, testi normativi e giurisprudenziali indispensabili per lo studio del diritto pubblico, un sito al quale si può accedere attraverso il codice allegato al volume. Un modo nuovo di approccio con lo studente ma direi con chiunque sia interessato la materia che fa del manuale, anche per questo aspetto, un testo di grandissima utilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *