La Corte dei conti, il più recente libro di Michael Sciascia

di Salvatore Sfrecola

 

Con “La Corte dei conti, organizzazione, funzioni e procedimenti” (Giapeto Editore, Napoli, 2020, pp 511, € 48.00) Michael Sciascia, per oltre quarant’anni magistrato della Corte dei conti che ha lasciato da Presidente della Sezione Giurisdizionale per la Regione Campania, offre ad una vasta gamma di utenti, magistrati, avvocati, dipendenti delle pubbliche amministrazioni, una ricostruzione compiuta e approfondita del ruolo della magistratura contabile nel nostro ordinamento. Partendo dalla posizione costituzionale di questa antica magistratura, il primo giudice, come ebbe a dire Quintino Sella, il Ministro delle finanze che la inaugurò a Torino il 1° ottobre 1862, ad estendere la propria giurisdizione sull’intero Stato, il Regno d’Italia istituito il 17 marzo del 1861.

Sciascia, autore di fondamentali opere, come il “Manuale di Diritto Processuale Contabile”, si è sempre segnalato all’attenzione dei suoi lettori per la chiarezza e la completezza della sua illustrazione degli istituti via via affrontati con approfondimento della normativa e della giurisprudenza formatasi nel corso del tempo e nell’evoluzione dell’ordinamento di una magistratura che dal 1994 ha esteso progressivamente le sue strutture sul territorio con sezioni giurisdizionali regionali, prima, e di controllo, poi, dal 2003.

Il testo presta speciale attenzione ai profili europei (il lavoro ha fornito anche una visione comparativa dei principali punti di contiguità e difformità tra l’esperienza giuridica italiana e quella di altri Paesi aderenti all’Unione Europea che adottano modelli di controllo esterno differenziati l’uno dall’altro) ed alle funzioni di controllo ed a quella consultiva, la più recente, che è stata saggezza del Parlamento introdurre per sovvenire alle esigenze degli amministratori degli enti locali spesso in difficoltà, soprattutto negli enti minori nei quali decisioni sovente difficili sono affidate ad un ristretto numero di funzionari.

Il metodo utilizzato da Sciascia consiste nell’esposizione di tutti gli istituti in cui si articola la normativa sulla Corte dei conti, integrando le disposizioni succedutesi nella disciplina dei suoi vari aspetti per offrire al lettore una visione chiara e completa che, superando le antinomie immanenti nel sistema, non determini confusioni dovute al susseguirsi delle normative e delle interpretazioni giurisprudenziali che emergono dalla molteplicità delle sezioni, sia giudicanti che di controllo.

Per ogni aspetto la trattazione testuale degli argomenti, già completa e aggiornata, è approfondita nelle note a piè di pagina, che si aggiungono a quelle tradizionali contenenti riferimenti giurisprudenziali e dottrinali; ciò che fa di questo libro un utile strumento di studio per gli studenti e per quanti si apprestano a partecipare ai concorsi pubblici statali e degli enti locali nei quali la conoscenza del diritto amministrativo e della contabilità pubblica è essenziale tanto nelle prove scritte quanto nei colloqui.

Aggiornato con la legge 11 settembre 2020, n. 120, di conversione, con modificazioni, del decreto legge 16 luglio 2020, n. 76, (c.d. Decreto Semplificazioni sul quale molto si è discusso alla vigilia della sua emanazione e dopo), il testo, attraverso un linguaggio sempre chiarissimo, costituisce una esposizione affascinante di questa antica Istituzione, garante imparziale della legalità e dell’equilibrio economico-finanziario del settore pubblico, della finanza e dei patrimoni dello Stato e degli enti territoriali ed istituzionali.

D’altra parte, per chi ancora non lo conosce, come invece quanti si occupano ai vari livelli professionali di amministrazione e finanza, ricordo che Michael Sciascia, Presidente Aggiunto on. della Corte dei conti, dopo aver svolto rilevanti funzioni di controllo, nei confronti dello Stato, di enti pubblici e di società quotate in borsa, quali l’ENI e l’ENEL, nonché di giurisdizione presso le Sezioni Riunite e quale Presidente della sezioni giurisdizionali per il Molise e poi per la Campania, ha insegnato presso Università statali. La sue opere più note sono il già ricordato “Manuale di diritto processuale contabile”, giunto alla sesta edizione, il “Diritto delle gestioni pubbliche: istituzioni di contabilità pubblica”, (seconda edizione); ”Il controllo della Corte dei conti sulle gestioni pubbliche in Italia ed in Europa” parte I; “Codice del processo pensionistico innanzi alla Corte dei conti, annotato con la giurisprudenza” e ”Finanza locale ed autonomie territoriali”), pubblicate da Giuffré. Con l’E.S.I. di Napoli Sciascia ha pubblicato “La funzione di controllo nell’ordinamento amministrativo italiano”.

Richiamo questa imponente attività editoriale per dar conto della pluralità delle esperienze e delle riflessioni scientifiche di Michael Sciascia che contribuiscono a rendere prezioso quest’ultimo lavoro.

2 commenti su “La Corte dei conti, il più recente libro di Michael Sciascia

  1. Buongiorno Dott. Sfrecola,
    Sono una vostra lettrice abituale e trovo i vostri articoli molto professionali. Devo con rammarico però comunicarvi che per caso mi è capitato di vedere che proprio il vostro Revisore dei conti sia accusato di associazione mafiosa, sinceramente mi sarei aspettata, proprio da Lei Dott. Sfrecola, una comunicazione ufficiale in merito.
    Grazie

    https://www.rainews.it/tgr/trento/articoli/2020/10/tnt-operazione-carabinieri-ndrangheta-mafia-trento-roma-reggio-calabria-ros-67493972-9d16-4bbb-a741-f917b4aa612f.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *